Regolamento

 

1. INTRODUZIONE L’"Adamello Ski Raid" è una gara internazionale di scialpinismo con attrezzatura classica, a squadre composte da due elementi, organizzata dall’Adamello Ski Team con la collaborazione del Consorzio Adamello Ski. La manifestazione avrà luogo Domenica 07 aprile 2013 con partenza da Ponte di Legno, località “Tonalina”, e arrivo a Ponte di Legno. La partenza, in linea, è fissata alle ore 6.00.

2. REQUISITI DI PARTECIPAZIONE Il tracciato presenta un dislivello complessivo in salita di 4000 m ed una lunghezza di 46 km, si snoda su un percorso di alta montagna e prevede il superamento di difficoltà alpinistiche. A seguito di tali caratteristiche l’iscrizione alla manifestazione presuppone una buona preparazione psicofisica e ottime conoscenze dell’ambiente di alta montagna. Per poter partecipare, i concorrenti devono essere nati nel 1992 o precedenti, essere in regola con le norme del tesseramento F.I.S.I. per l'anno 2012/2013 ed essere in possesso del certificato di idoneità alla pratica dell'attività agonistica, rilasciato dal medico di medicina sportiva e valido alla data della gara. I partecipanti stranieri dovranno essere in regola con il tesseramento del proprio paese di appartenenza.

3. EQUIPAGGIAMENTO. Ogni atleta è consapevole e direttamente responsabile di tutto il materiale che utilizza durante la gara. Con l'atto dell'iscrizione, l'atleta garantisce l’efficienza tecnica del proprio materiale e la sua conformità al vigente regolamento. Per motivi di sicurezza, ogni singolo atleta deve portare il proprio materiale, eccezion fatta per gli sci e le pelli di foca, che possono essere portati, nei tratti a piedi, dal proprio compagno di squadra; gli sci devono essere fissati nella parte posteriore dello zaino; è vietato il trasporto degli sci nella parte anteriore (davanti) dell’atleta, da spallaccio a spallaccio, o il trasporto senza il fissaggio allo zaino tramite gli appositi laccioli di sicurezza. In caso di rottura dei materiali la sostituzione è consentita in partenza nei primi metri dopo il lancio negli appositi spazi delimitati dall’organizzazione, lungo il percorso esclusivamente nei punti di controllo. Le organizzazioni non sono tenute a fornire materiali di ricambio per gli atleti.

I materiali personali e di squadra saranno controllati a termine gara, in apposito parco chiuso predisposto in zona arrivo e, se ritenuto necessario dai giudici, in qualsiasi altra fase di gara a partire dal momento della consegna del pettorale fino a mezz’ora dopo l’arrivo. Durante l’accredito a Ponte di Legno, avverrà il controllo e la punzonatura dei materiali. Per accedere alla zona di partenza è obbligatoria la verifica di funzionamento dell’ ARTVA.

Materiale minimo obbligatorio per concorrente

Un paio di sci da scialpinismo: altezza minima 160 cm. (misurati dalla punta alla coda, lungo tutta la superficie della soletta) per le categorie Juniores/Seniores/Espoir, Cadetti maschili, 150 cm. per le categorie Cadette/Juniores/Seniores/Espoir femminili), dotati di lamine metalliche per almeno il 90% della loro lunghezza, sciancratura minima, spatola 80 mm, al centro sci 60 mm., coda 70 mm. Si considerano le misure dichiarate dal fabbricante che si assume la totale responsabilità di tale dichiarazione.

Un paio di scarponi da scialpinismo: devono essere sufficientemente alti da coprire le caviglie, devono essere predisposti per l’agganciamento rapido e sicuro dei ramponi, sia di dispositivi di chiusura dello scafo e del gambaletto, sia di un bloccaggio per l’inclinazione tra gambaletto e scafo. Non sono considerati validi i vari tipi di nastri adesivi e fasciature con materiali elastici. Sono ritenuti regolamentari tutti i sistemi di chiusura e le suole di scarponi da sci alpinismo immessi sul mercato da parte delle case produttrici, purché non modificati. Requisiti minimi:

- la superficie minima esterna delle tacche, a contatto con il terreno, è di 1 cm2;

- la suola deve essere costituita da materiale gommoso tipo vibram o similare;

- la suola di ogni singolo scarpone deve essere tacchettata e deve coprire almeno il 75% della superficie;

- il numero minimo di tacche per scarpone è 23, di cui 15 nella parte anteriore e 8 sul tallone;

- la profondità minima delle tacche è 4 mm.

Un paio d’attacchi (il puntale e la talloniera possono essere di due ditte diverse, purchè originali): devono essere del tipo da Sci Alpinismo. Devono avere la possibilità di bloccare lo scarpone nella parte posteriore e anteriore. Per la parte posteriore, lo sganciamento deve essere frontale e laterale.

Un paio di bastoni: diametro non superiore a 25 mm esclusa l’imbottitura, proibite le rondelle in metallo.

Un telo termico: dimensioni minime mt 1.8 x 2.0 (sempre obbligatorio per tutte le discipline tecniche).

Un A.R.T.V.A. a norme internazionali: funzionante e in trasmissione durante tutto lo svolgimento della gara, indossato sopra il primo strato intimo, sotto la tuta, o nella tasca prevista nella tuta da sci alpinismo. È vietato il solo trasmettitore.

Una pala da neve con manico: la pala montata, con il manico e il cucchiaio deve avere una lunghezza minima di 40 cm. Le misure del cucchiaio devono essere minimo 20x20 cm., non deve aver subito alcuna modifica. La denominazione “pala da neve” è data dal fabbricante che si assume la responsabilità di tale denominazione e della sua funzionalità.

Una sonda da neve: preferibilmente a norme ISMF. Sono ammesse anche le sonde con le seguenti caratteristiche: lunghezza minima 240 cm., diametro minimo 10 mm. Non deve essere modificata. La denominazione “sonda da neve” è data dal fabbricante che si assume la responsabilità di tale denominazione e della sua funzionalità

Uno zaino con spallacci: dotato di 2 laccioli porta sci, in grado di contenere tutto il materiale previsto dal regolamento.

Pelli di foca: due più una di scorta. È severamente vietato per motivi ambientali, l’utilizzo e l’applicazione di nastro o materiali simili, per migliorare la scorrevolezza delle pelli di foca.

Indumenti per la parte inferiore del corpo: due strati, di cui un paio di pantaloni o tuta ed un paio di pantaloni antivento di spessore adeguato all'utilizzo in alta montagna.
- Indumenti per la parte superiore del corpo: quattro strati a manica lunga, di cui una giacca con cappuccio imbottita in piumino, primaloft o similare (imbottitura minima 100 gr/m2).

Guanti: due, di cui un paio imbottiti.

Berretto: o fascetta.

Occhiali: un paio e  maschera.

Ramponi: minimo 10 punte altezza minima 3 cm. Devono essere portati nello zaino punta contro punta, non devono essere modificati e dovranno avere i laccioli (no elastici) di sicurezza allacciati durante il loro utilizzo.

Imbracatura con cosciali omologata U.I.A.A, non deve essere modificata.

Kit da ferrata: omologato UIAA 128 (non di produzione propria).

Un moschettone: aggiuntivo portata min. 22 kN.

Casco da alpinismo da arrampicata o da scialpinismo omologato U.I.A.A. o CE da indossare durante tutto l’arco della competizione.Sono proibiti i caschi da Mountain Bike.

Materiale minimo obbligatorio per squadra:

Corda: dinamica; da alpinismo, lunghezza 20 m,diametro minimo mm 8,0. É proibito l’uso di elastici o di altre modifiche che alterino le caratteristiche della corda.

Occhiali da sole: un paio, di ricambio.
 

4 COMPORTAMENTO IN GARA Il percorso sarà interamente segnalato con apposite paline colorate; tale segnaletica dovrà essere fedelmente seguita.
In ogni fase della gara, le squadre dovranno muoversi in maniera autonoma ed autosufficiente, senza aiuto e/o assistenza esterna salvo usufruire dei rifornimenti dell’organizzazione.
La distanza massima fra i due componenti non dovrà superare i 20 metri. Le squadre lasceranno il punto di controllo insieme e solo quando i componenti saranno stati registrati dal controllore.
Durante i cambi i bastoni da sci devono obbligatoriamente essere posati a terra.I concorrenti dovranno tenere esposto ben visibile il pettorale lungo l'intero tracciato. 
I cambi di assetto dovranno essere effettuati esclusivamente nelle aree appositamente delimitate, come stabilito dall’organizzazione e dalla Giuria, senza alcun tipo di aiuto esterno. 
I concorrenti, in caso di bisogno, sono tenuti a prestarsi reciproco aiuto. Qualsiasi concorrente raggiunto deve obbligatoriamente ed immediatamente lasciare il passo al concorrente che lo richiede, ad esclusione dei tratti dove l’organizzazione lo vieta. 
Le squadre dovranno procedere lungo il tracciato secondo la tecnica di progressione imposta dall’organizzazione e dalla Giuria (pena squalifica). 
Le squadre fuori tempo massimo o in difficoltà dovranno abbandonare la gara unicamente in corrispondenza di un punto di controllo, ove saranno accompagnate a valle dal personale di soccorso. 
In caso di incidente dovrà essere allertato il più vicino posto di controllo o il servizio di soccorso. Nei tratti da percorrere con gli sci nello zaino è vietato l’utilizzo del cordino da traino.

5.PENALIZZAZIONI O SQUALIFICHE

- Non attenersi al regolamento FISI da parte dell’atleta = da 3 min. a squalifica.

- Mancato controllo dei materiali = da 3 min. a squalifica.

- Sci o scarponi o casco o ARTVA mancanti = squalifica.

- Mancato transito a un check point = squalifica.

- Qualsiasi azione ritenuta pericolosa, che possa compromettere la sicurezza degli atleti, degli organizzatori, o il corretto svolgimento della gara = squalifica.

- Sostituzione di due bastoncini di cui non è stata accertata la rottura = da 1 min a 5 min.

Abbandono di rifiuti o materiali lungo il percorso o procurato danno ambientale = squalifica.

- Abbandono del percorso di gara = squalifica.

- Materiale obbligatorio mancante al checkpoint o al traguardo = da 1 min. a squalifica.

- Assistenza esterna non autorizzata = da 1 min. a squalifica.

- Comportamento antisportivo = da 1 min. a squalifica.

- Cambio d’assetto fuori dalla zona di cambio = da 1 min a 3 min.

- Squadra che non transita compatta all’uscita di una zona di cambio d’assetto = da 2 min. a squalifica.

- Piegatura e taglio del pettorale = 3 min.

- Insulti e linguaggio antisportivo verso altri atleti o DT = da 5 min. a squalifica.

- Non utilizzo di materiale obbligatorio = da 1 minuti di penalità a squalifica.

- Mancato rispetto delle regole di sicurezza = squalifica.

- Qualsiasialtra azione ritenuta pericolosa o che possa compromettere la sicurezza degli atleti, degli organizzatori, o il corretto svolgimento della gara = squalifica.

Tutte le decisioni saranno a discrezione insindacabile della Giuria. Per le scorrettezze che prevedono penalità da 1 min. a squalifica, l’entità della penalizzazione sarà stabilita in base alla gravità della scorrettezza e al contesto di gara in cui è stata commessa. Eventuali reclami dovranno essere sottoposti alla Giuria per iscritto, entro 15 minuti dalla pubblicazione della classifica ufficiale firmata dal DT FISI. Tutti i reclami devono essere accompagnati dalla somma di € 50,00 che non saranno rimborsati in caso lo stesso venisse respinto.

6.DOPING Saranno effettuati controlli antidoping secondo le modalità previste al punto 1.7 dall’Agenda dello Sciatore FISI 2012-2013

7 INFORMAZIONI DI DETTAGLIO Durante il briefing (vista l’importanza di conoscere dettagliatamente le informazioni divulgate è obbligatoria la presenza di almeno un componente di ogni squadra) che si terrà il giorno precedente la competizione, verrà illustrato il tracciato di gara e le modalità di effettuazione della prova, i tratti ove può essere obbligatorio procedere legati in cordata e quelli da affrontare con i ramponi; verrà comunicato il punto di ritrovo, l'orario di presentazione alla partenza, l’ubicazione ed il tempo massimo dei cancelli orari e dei punti di controllo e assistenza medica. Il direttore di gara, a seguito di particolari condizioni atmosferiche o di circostanze eccezionali intervenute prima o durante lo svolgimento della gara, può modificare sia il percorso che i tempi massimi dei cancelli orari, o sospendere la prova, considerandola conclusa con l'ordine di arrivo riferito al punto di sospensione. Sono previsti i seguenti cancelli orari:

-          Passo Presena:                                           ore 2.10 dalla partenza

-          Passo Venerocolo                                        ore 3.40 dalla partenza

-          Base Passo degli Inglesi                              ore 4.50 dalla partenza

-          Base Cresta Croce                                      ore 6.45 dalla partenza

8 ABBANDONO L’abbandono di un concorrente in difficoltà, spontaneo o su decisione del Direttore di Gara e/o di uno dei medici dell'organizzazione, dovrà obbligatoriamente avvenire al più vicino punto di controllo, ove il concorrente sarà affidata al personale di soccorso. Il compagno di squadra dovrà seguire le istruzioni del Direttore di gara o del personale di soccorso.

9. ISCRIZIONI La partecipazione alla manifestazione è riservata a squadre di due componenti più una riserva facoltativa. Il capo squadra è il responsabile nei confronti degli organizzatori e si impegna a partecipare personalmente alla corsa e ad iscrivere nella sua squadra atleti ben allenati, con esperienze alpinistiche e con buona pratica dello sci fuori pista. La quota di iscrizione è fissata in 280,00 € per squadra e comprende l’iscrizione alla gara, un giorno di mezza pensione (cena - pernottamento - prima colazione), pranzo finale e gadget della manifestazione (capo tecnico Montura). La quota di iscrizione per chi non intendesse usufruire del servizio di mezza pensione è fissata in 220,00 € per squadra.

Le iscrizioni potranno essere effettuate esclusivamente via internet (www.adamelloskiraid.com). L’iscrizione alla competizione implica il possesso della carta Grande Course 2013-2014, acquistabile direttamente sul sito www.grandecourse.com.

-          Data di apertura iscrizioni:               15 gennaio 2013

-          Data di chiusura iscrizioni                15 febbraio 2013

-          Termine pagamento iscrizione          15 marzo 2013

Sino al 15 marzo 2013 è consentito il cambio atleti all’interno di una squadra regolarmente iscritta e in regola con i pagamenti.

Per gli atleti italiani è obbligatorio l’invio del Mod. 61 al fax 0364/92261 debitamente firmato dal Presidente della società di appartenenza.

Il pagamento dovrà essere effettuato con bonifico bancario IBAN IT 26 T 03244 54990 000000002471Ubi - 
BIC BVCAIT21 Banca di Vallecamonica.

L'accoglimento di iscrizioni effettuate dopo i termini di chiusura è riservata alla decisione insindacabile del Comitato Organizzatore. Le iscrizioni saranno chiuse anticipatamente al raggiungimento delle 350 squadre. Con l'atto d'iscrizione i concorrenti sollevano gli organizzatori da ogni responsabilità civile e penale nei confronti di persone e cose per danni che possano verificarsi durante e dopo la gara in relazione alla stessa.

10. MONTEPREMI

Assoluta maschile:

1° Squadra classificata

€ 3.000,00 + Trofeo

2° Squadra classificata

€ 2.000,00 + Trofeo

3° Squadra classificata

€ 1.500,00 + Trofeo

4° Squadra classificata

€ 1.000,00

5° Squadra classificata

€    500,00

6°-15° Squadra classificata

Premio

Assoluta femminile:

1° Squadra classificata

€ 3.000,00 + Trofeo

2° Squadra classificata

€ 2.000,00 + Trofeo

3° Squadra classificata

€ 1.500,00 + Trofeo

4°-10° Squadra classificata

Premio

 

Premio per tutti i partecipanti (capo tecnico Montura).